Blog: http://diarioelettorale.ilcannocchiale.it

La guerra del gas fa le prime vittime

Come era prevedibile e già previsto da questo blog, quando sin dal 26 dicembre se n'è occupato qui e qui estesamente, il flusso del gas proveniente dalla Russia e in transito in Ucraina si è drasticamente ridotto mentre Mosca e Kiev si rimpallano le responsabilità.

A farne le spese gli approvvigionamenti dell'Unione Europea che dopo aver sottovalutato la crisi ora strilla perchè  alcuni paesi sono già in sofferenza: lamentano tagli significativi, ricorsi alle riserve, o il blocco totale del flusso russo. E tra questi c'è l'Italia, dove oggi il calo di importazione di gas russo è stato intorno al 90%, secondo i tecnici dell'Eni. Subito al freddo, invece, Austria, Slovenia e Bulgaria.

Come fa dal 26 dicembre il ministro Scajola continua a ripetere che non c'è allarme e alcun rischio ma oggi è costretto ad aggiungere "per qualche settimana". E la nostra stampa? Finalmente si è accorta della crisi e qualche giornale ora titola che siamo addirittura alla "canna del gas".


Bulgaria: si torna alla legna

Pubblicato il 7/1/2009 alle 9.52 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web