Blog: http://diarioelettorale.ilcannocchiale.it

Antidoping anche per gli onorevoli

Dopo la campionessa di ciclismo su strada Marta Bastianelli un altro atleta è stato trovato positivo all'antidoping nella squadra azzurra per le Olimpiadi di Pechino. E' il fiorettista Andrea Baldini, leader della classifica di coppa del mondo e grande favorito per l'oro ai Giochi. Baldini è risultato positivo ad un diuretico. L'atleta sarà subito escluso dalla squadra azzurra. Politica e sport vanno spesso a braccetto e la notizia riaccende una speranza.

Grazie infatti alla sacrosanta lotta al doping, dopo questi ultimi casi, potrebbe riaprirsi la discussione sulla proposta di Casini, avanzata giusto un anno fa, di sottoporre anche i politici ai controlli antidoping. Alla luce di certe performance dei nostri onorevoli in decine e decine di sedute fiume per far approvare a colpi di fiducia leggi ad personam e manovre economiche a sorpresa, si insinua il dubbio e il tema diventa di attualità. Basta guardare Gasparri, per esempio, per non sospettare che si possa esser fatto con una bomba da cavallo.  All'epoca la proposta fu bocciata a riconferma che i politici si pongono sempre al di sopra del popolo che governano e alle leggi che emanano. Il Lodo Alfano è un altro esempio di questa cultura dell'immunità e dell'impunità. Ma la speranza è sempre l'ultima a morire, come si dice. In fondo ha confessato anche Riccò.


Pubblicato il 1/8/2008 alle 12.38 nella rubrica Olimpiadi 2008.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web