.
Annunci online

in Italia è sempre tempo di elezioni
Sarkozy regala un "pacco" verde a Berlusconi
post pubblicato in Diario, il 12 dicembre 2008


Da oggi non saranno più chiamate vittorie di Pirro, ma vittorie alla berlusca, e gli studenti leggeranno presto sui libri di storia che questo modo di dire si diffuse dopo l'accordo sul pacchetto clima ed energia dell'Unione Europea del 12 dicembre 2008.

Che roba. Tutta la sceneggiata del governo italiano ha ottenuto, per rimanere in tema, solamente un'emissione di fumo. Ovviamente Berlusconi per esigenze di prostata deve esultare in conferenza stampa: "E' una grande vittoria italiana. Abbiamo avuto tutto quello che chiedevamo" dice ora, ma la nuova bozza accoglie soprattutto le richieste avanzate dalla Germania per tutelare le sue imprese manifatturiere e la produzione di cemento, acciaio e alluminio. Le rivendicazioni italiane a tutela di ceramica, vetro e carta saranno soggette invece a un complicato calcolo in base alla percentuale di extra costi che l'acquisto di certificati di emissione comporterebbero per i diversi settori e sottosettori.

Sbandierato inoltre come un grande successo italiano anche l'inserimento di "una clausola di revisione generale al marzo 2010 per l'intero pacchetto clima-energia dell'Ue estesa alla valutazione sull'impatto di competitività". Ossia rivediamo il pacchetto se Cina e Usa non aderiranno agli impegni ambientali che verranno presi a Copenaghen. Quando tutti sanno che Barack Obama ha fatto proprio dell'ambiente una sua priorità. Sicuramente più corpose le concessioni fatte in sede di trattativa alla Polonia e agli ex paesi del blocco comunista che hanno ottenuto sostanziosi aiuti economici e agevolazioni per riconvertire il loro sistema energetico al momento prevalentemente a carbone.

E che figuraccia. "Senza timore di apparire in controtendenza rispetto a quanto stanno facendo Stati Uniti, Germania, Francia, Gran Bretagna e persino Cina promuovendo con forza politiche di sostenibilità ambientale per rilanciare l'economia, Berlusconi non aveva esitato a definire le iniziative contro il riscaldamento globale in tempi di crisi 'un malato di polmonite che pensa alla messa in piega'." Ma i suoi figli non ci stanno pensando a farlo interdire?


Sfoglia novembre        gennaio
calendario
adv