.
Annunci online

in Italia è sempre tempo di elezioni
Nuovo venerdì nero delle borse
post pubblicato in La crisi finanziaria, il 24 ottobre 2008


I nostri governanti non fanno che tranquillizzarci sulla crisi finanziaria ripetendo che il peggio è passato. Farebbero meglio a tacere e a darsi da fare: dovrebbero capire che farsi smentire dai fatti incontrovertibili del giorno dopo toglie loro ogni residua credibilità e getta ancor più nel panico i cittadini ed i mercati. Ieri a Porta a Porta è stato Scajola a sbilanciarsi con previsioni ottimistiche sull'andamento delle borse, arrivando ad affermare, sulla scia di quanto incautamente consigliato giorni fà dal suo presidente superman, che questo è il momento di comprare azioni.

Oggi, proprio nell'anniversario del crollo di Wall Street del '29, c'è stato un nuovo bagno di sangue nelle borse di tutto il mondo. A Milano, Piazza Affari è arrivata a perdere il 10% chiudendo a meno 5,61%. I nostri governanti e gli inguaribili ottimisti devono sapere che il crollo non si fermerà e non ci sarà nessun rimbalzo duraturo almeno sino a quando il mercato non avrà assorbito la prossima ondata di dati macroeconomici e le trimestrali che verranno, non sarà chiara la situazione dei paesi a rischio di default, non sarà eletto il nuovo presidente americano, non sarà chiaro se il G7 o il G10 o il G20 di metà novembre sarà in grado di mettere tutti d'accordo con una nuova Bretton Woods o pace di Westfalia o come la si voglia chiamare.


Sfoglia settembre        novembre
calendario
adv