.
Annunci online

in Italia è sempre tempo di elezioni
Pescecane non morde pescecane
post pubblicato in Diario, il 12 gennaio 2009


MF-Dow Jones News del 5 gennaio: da Dl Anticrisi sparisce aumento Iva Sky,

Con un emendamento ammesso nelle Commissioni riunite Bilancio e Finanze
della Camera si propone di "sopprimere i commi 1 e 2" dell'articolo 31 del
Dl Anticrisi che andavano a modificare il regime Iva dei servizi
televisivi.

Ora si attende il via libero definitivo del testo da parte delle
Commissioni, che torneranno a riunirsi dopo l'Epifania. L'obiettivo e'
farlo approdare in Aula entro il 12 gennaio.

Tanto rumore per nulla? Chi non ricorda infatti lo scontro al calor bianco tra governo e Sky sull'innalzamento dal 10 al 20% dell'Iva per la televisione di Rupert Murdoch, con tanto di spot anti-governativi, i proclami del premier dall'Albania contro la sinistra e il niet di Tremonti ad ogni ripensamento?

Cosa è successo in questi ultimi giorni da far cambiare idea a Berlusconi e Tremonti? Un segnale di distensione nei confronti del PD, un segno tangibile di attenzione nei confronti degli abbonati Sky? Suvvia non scherziamo, il Cavaliere non muove foglia se non c'è un suo interesse personale.

Ed infatti, guarda il caso, dopo la visita lampo di Rupert Murdoch a Milano di due giorni fa, si è risolta la contesa tra i due pescecani per il controllo della pay-tv tedesca Premiere di proprietà di Murdoch. Indovinate un pò chi entra come socio con il 25% del capitale? Ma la Fininvest di Berlusconi, è ovvio.

No, non è la bibisì, è la rai, la rai tivì
post pubblicato in Diario, il 17 maggio 2008


Walter Veltroni chiarisce di non avere alcun ruolo nella scelta della Rai di penalizzare lo spazio di approfondimento del Tg3 Primo Piano. "Non so di cosa stiamo parlando. - afferma il segretario del PD - Nessuno mi ha mai detto nulla prima, come è giusto e normale che sia. Ho appreso di questa decisione ieri leggendo i giornali scoprendo di aver avuto un ruolo nella vicenda. Tutto questo è paradossale e grottesco". "Se poi mi si chiede un parere, voglio dire che considero sbagliata la decisione di ridimensionare uno spazio informativo prezioso che in questi anni ha contribuito ad offrire ai cittadini un'informazione equilibrata e corretta". Le parole che aspettavamo.

Intanto in una nota di viale Mazzini si legge che si tratta di "una variazione che si colloca in un progetto complessivo di ampiamento e razionalizzazione della collocazione di tutta l'offerta informativa Rai". Parole di un'ipocrisia pelosa e metafora del livello culturale di una classe dirigente non solo televisiva. Ampliamento per nottambuli. La trasmissione andrà in onda da mezzanotte in poi, blackout del segnale permettendo. All'ora del porno e di Marzullo. Gli italiani non si meritano altro che pacchi sorpresa e grandi fratelli. E quelli di sinistra si accontentino, con tutto il rispetto, della Dandini.

Televisione: tecnologia del consenso
post pubblicato in Diario, il 19 febbraio 2008


 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. televisione

permalink | inviato da primodis il 19/2/2008 alle 14:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia dicembre        febbraio
calendario
adv