.
Annunci online

in Italia è sempre tempo di elezioni
Sessantottini
post pubblicato in Diario, il 4 agosto 2008


Secondo La Russa, quella dei militari nelle strade non è un'operazione di facciata o di propaganda. «Oltre ai delinquenti, agli stupratori, a chi fa furti e rapine, sono contrari alla presenza dei militari per garantire la sicurezza solo i post sessantottini: i figli, non in senso anagrafico, di chi gridava «basco nero il tuo posto è il cimitero», «ps-ss», o quelli che consideravano polizia e carabinieri golpisti», sottolinea La Russa.

Casini, Di Pietro e Veltroni figli del sessantotto? E magari anche la Bindi, Fioroni e Buttiglione? Mah, detto da uno che di sessantotto dovrebbe intendersene, lascia un pò sconcertati. Eppure nel sessantotto lui c'era e deve averne viste di tutti i colori a quei tempi, quando, militante nel Fronte della Gioventù, correva per le strade di Milano insieme ai suoi camerati in cerca di teste da rompere. Ma che altro aspettarsi da uno che chiama il figlio Geronimo e il cui mestiere è fare il ventriloquo dell'omonimo personaggio inventato da Fiorello? E poi, mica tutti possono nascere intelligenti come il suo collega Gasparri.


Sfoglia luglio        settembre
calendario
adv