.
Annunci online

in Italia è sempre tempo di elezioni
Berlusconi fa sparire anche i rifiuti
post pubblicato in Diario, il 20 luglio 2008


"A Napoli e in Campania non ci sono più rifiuti nelle strade". Forse in quelle dove passano i ministri e le televisioni. In realtà li hanno solo spostati, come Mussolini spostava le flotte aree da una città all'altra quando c'era in visita un potente straniero. Altre 10mila tonnellate giacciono nelle periferie di Napoli ma anche al Centro Direzionale, nel vano parcheggi dei palazzi moderni della city, a due passi dalla sede della Regione Campania, in via Gianturco e poi a Ponticelli e in altri comuni dell'hinterland come a Sant'Antimo. E altre 40mila tonnellate "riposano", in attesa di essere smaltite, nei siti di stoccaggio temporaneo. Poi ci sono i siti dell’area del napoletano dove sono localizzate giacenze di rifiuti «non classificabili come rifiuti urbani». I cumuli di spazzatura, una cinquantina in tutto, per la presenza di residui di incendi, carcasse di elettrodomestici, copertoni di auto e simili, presentano caratteristiche tali da non poter essere classificati come rifiuti urbani ma come rifiuti speciali e pertanto soggetti per legge a trattamento specifico. Sono altre 3mila tonnellate. Infine, parole di Berlusconi, «è finita la fase drammatica dell’emergenza ma ora ne comincia un’altra che è sempre emergenza e che prevede la messa a regime di tutto il sistema dei rifiuti con la realizzazione dei termovalorizzatori» e l'apertura delle nuove discariche, visto che le due finora utilizzate sono state aperte quando era ancora commissario De Gennaro. In conclusione, il falso annuncio della fine dell'emergenza serve solo a un sempre più superstizioso Berlusconi per non tornare più a Napoli, perché "vedi Napoli e puoi muori" e già due volte gli è andata bene. Meglio non sfidare la fortuna, avrà pensato.

Qui le foto della spazzatura "dimenticata"

Bollettino di guerra
post pubblicato in Diario, il 6 giugno 2008


Cronaca di una tranquilla giornata dell'anno XV dell'Era berlusconiana.

La Germania ferma i rifiuti campani. "Ci sono tracce di radioattività". In un carico una busta con iodio 131.

L'Associazione nazionale magistrati: "Con reato clandestinità si creeranno gravi disfunzioni". Il sindacato delle toghe, inoltre, è preoccupato anche per l'aggravante prevista per i clandestini nel decreto sicurezza. L'aumento di pena "esclusivamente in ragione della condizione soggettiva del colpevole determinerebbe un'incompatibilità con il principio di uguaglianza". Perplessità dei magistrati anche sul decreto legge varato dal governo per gestire dal punto di vista giudiziario l'emergenza rifiuti in tutta la Campania.

Clandestini, inserita norma anti prostitute come "soggetti pericolosi da allontanare". Nel testo in discussione al Senato 'lucciole' inserite con oziosi, vagabondi, sfruttatori, spacciatori, delinquenti abituali e chi pratica traffici illeciti. Il Ministro della giustizia: "Condivido il principio". Pisanu: "Proposta aberrante. Semmai andrebbero puniti anche i clienti"

Naufragio di immigrati a 150 miglia a sud di Lampedusa, 12 morti. I cadaveri recuperati da una nave della Marina italiana. 27 i superstiti, tratti in salvo da un peschereccio siciliano.

Gli allevatori della Coldiretti protestano: «Latte a prezzi stracciati, l'industria ci strangola». Bloccato lo stabilimento Auricchio nel Cremonese. Latte gratis per due ore a Milano.

Ancona, porto bloccato dai pescherecci. Protesta contro il caro gasolio. Agitazioni anche in Liguria, Toscana e Campania.

All'alba a Milano-Rogoredo blitz della polizia nel campo dove vive la famiglia Bezzecchi, sinti con medaglia d'oro al valore civile. E' il primo atto ufficiale del commissario per i rom di Milano. "La nostra famiglia, tutta la nostra famiglia - spiega Bezzecchi - è italiana, abbiamo i documenti, lavoriamo, paghiamo le tasse, luce e acqua, i nostri figli vanno a scuola. In comune, dove ho lavorato per 23 anni, e in prefettura lo sanno perfettamente. Arrivare all'alba, circondare il campo e illuminarlo con le lampade, svegliarci e metterci in fila e fare la fotocopia del nostri documenti è stato molto più che umiliante. Sanno chi siamo, conoscono la famiglia Bezzecchi, mio padre è medaglia d'oro al valore civile. Perché questo blitz di evidente matrice razziale?".

Ici, rivolta della Sicilia, ricorso alla Consulta. A capo della protesta il leader del Movimento per l'autonomia Lombardo, alleato di Berlusconi. Con lui il governatore della Calabria. Contestati i tagli al Mezzogiorno per finanziarie gli sconti fiscali. Comuni in allarme.

Alitalia, crollano i passeggeri: -26% in un anno. Perdite pesanti anche in termini di ricavi passeggeri-chilometri: ridotti al 27,3%. Il prossimo 11 giugno la Commissione Ue aprirà un'inchiesta formale e approfondita sui 300 milioni di euro concessi ad Alitalia, inizialmente sotto forma di prestito-ponte, poi confluiti nel patrimonio netto della società aerea. Veltroni: " Governo in confusione. La situazione è sempre più drammatica".

Berlusconi ricevuto da Benedetto XVI. Il comunicato di Palazzo Chigi: "Il governo dà priorità a libertà e tolleranza, e alla sacralità della famiglia e della persona". Chissà di quale governo di quale paese del mondo parlano.


Governo già in confusione
post pubblicato in Diario, il 20 maggio 2008


Il governo Berlusconi è appena partito e già sta deragliando. Il Cavaliere dovrà usare tutte le sue nove vite per non rompersi la schiena prima della scadenza del mandato. Il governo è nel mirino dell'UE per Alitalia, rifiuti, immigrazione, rom, conti pubblici; ha scatenato un vespaio di polemiche con Libia, Romania ed ora Spagna. Pretestuosa ma non infondata quella spagnola su un argomento, l'immigrazione, dove pure Zapatero ha usato le maniere forti, ma anche alimentata quotidianamente dalle demenziali esternazioni di un ministro della repubblica (Bossi), dalle contradditorie e dilettantesche proposte del ministro dell'interno e dalle polemiche tra i partiti della maggioranza sullo stesso argomento. Non c'è da sorprendersi se, non chiedendola nessuno in patria, qualcuno che osserva dall'esterno un tal governo solleciti una visita psichiatrica per il capo di questa allegra compagnia di squinternati. Per non parlare delle avventate dichiarazioni della Carfagna contro gli omosessuali che hanno causato una levata di scudi persino da parte della Mussolini. E presto ci sarà altra carne sul fuoco con l'emergenza stipendi e pensioni per la quale nella maggioranza circolano ricette contrapposte, mentre all'orizzonte comincia a profilarsi un'altra finanziaria "creativa" del ministro Tremonti. Intanto il consiglio dei ministri domani si riunisce a Napoli per dare il ciak d'inizio del nuovo film horror sulla monnezza, "Il ritorno di Bertolaso". San Gennaro purtroppo non ci farà la grazia di imbarcare anche il governo sul treno dei rifiuti per la Germania. Però dicono ci stia lavorando.


Napoli, quartiere di Ponticelli
Sfoglia giugno        agosto
calendario
adv