.
Annunci online

in Italia è sempre tempo di elezioni
Le bugie di Berlusconi e il Financial Times
post pubblicato in La crisi finanziaria, il 29 novembre 2008


Mentre in Italia i giornali plaudono, tranne qualche eccezione, al piano di Berlusconi e del suo governo per far fronte alla crisi, il Financial Times mette in risalto che la manovra da 80 miliardi non è che una manovrina da 5 miliardi di euro.

"He said Italy’s package totalled €80bn, but officials explained that there was only some €5bn in new funding" riporta il quotidiano in un articolo dedicato alla manovra del governo italiano.

Il Financial Times nota anche, con una certa vena di ironia, il tentativo di Berlusconi di colpevolizzare gli italiani e di spingerli a spendere soldi, a credere alle banche e a non vendersi le azioni.

“The length of the crisis depends on all of us, we must look towards the future with faith,” said Mr Berlusconi who has repeatedly urged Italians to keep shopping, trust their banks and not sell their shares.

Il Financial Times conclude con le cupe previsioni dell'Organizzazione mondiale per la cooperazione e lo sviluppo, secondo cui in Italia la recessione sarà più lunga e profonda che nella maggior parte dei paesi dello stesso nostro livello.

'The OECD forecasts that Italy’s recession will be deeper and longer than most of its peers.'

Alle bugie di Berlusconi che si vanta di essere stato il primo a prendere in Europa delle misure anti-crisi il quotidiano britannico non risponde direttamente ma in altra parte del giornale analizza le misure già prese da Gran Bretagna, Francia e Germania ed arriva a conteggiare la discreta cifra di 1.500 miliardi. Non c'è partita per quantità e qualità!!!

Per quanto riguarda l'altra sua bugia per cui sarebbe stato il primo leader europeo a garantire che i risparmiatori non avrebbero perso un euro a causa di questa crisi, gli ricordo che la stessa frase, più o meno, la disse Gordon Brown quasi un anno fa quando salvò la Northern Rock nazionalizzandola. Ma in questo caso dobbiamo perdonare il Cavaliere per essersi perso questo passaggio: all'epoca era troppo occupato con predellini e truppe mastellate.


Notizie curiose
post pubblicato in Diario, il 24 luglio 2008


Continua la polemica sul presunto buco miliardario nel bilancio del comune di Roma. A spingere Alemanno all'attacco, ha spiegato Walter Veltroni parlando alla festa romana dell'Unità, sarebbe stato Silvio Berlusconi in persona. E' stato inventato tutto a tavolino, ha raccontato, e a mettere in moto l'operazione è stato il premier con la parola d'ordine: "Voglio il sangue di Veltroni". Immediata la smentita dal portavoce del governo, Paolo Bonaiuti: "Berlusconi non hai mai chiesto il sangue di nessuno, tanto meno quello di Veltroni!" Dunque il Cavaliere non è un vampiro, anche quando aumenta le tasse più di quello che la destra dipingeva come il vampiro per eccellenza, cioè Visco.

Londra, studente universitario si attacca al primo ministro inglese, Gordon Brown, con supercolla. Prima si è nascosto una boccetta di supercolla nelle mutande e poi, in barba ai servizi di sicurezza, si è appiccicato con la mano a Gordon Brown per ricordare le promesse fatte dal politico che lo stava ricevendo. Il primo ministro si è potuto liberare della stretta di mano semplicemente con un paio di strattoni. Chi avesse intenzione di imitare lo studente inglese con Berlusconi è pregato di usare una colla migliore.

Vladimir Luxuria è l'ultima arrivata nel cast dell'«Isola dei famosi 6», su Raidue dal 15 settembre. «La lotta alla sopravvivenza non è nuova per me, anche in Parlamento è pieno di squali e barracuda», ha commentato l'ex deputata Prc. All' «Isola» per nostalgia?

Berlusconi: "Grazie al Lodo non mi sento più perseguitato". Prima conseguenza: il sabato potrà lavorare per il paese e non "perdere tempo" con i suoi avvocati. Non avevamo pensato a questa aggravante: ora ha 24 ore in più alla settimana per dedicarsi alla distruzione dell'Italia.

Sempre più italiani costretti ad arrangiarsi per arrivare a fine mese. Denunciato un pensionato di Treviglio che spiava con una microcamera sotto le gonne delle clienti in un supermercato. Il ministro Tremonti, dopo la carta alimentare per i poveri, se davvero Maroni ha intenzione di riaprire i casini, perchè non pensa a una carta a luci rosse per i poveri pensionati costretti al fai-da-te anche per qualche momento di svago?

Precari manifestano contro Alemanno con solo gli slip indosso per protestare contro il blocco del pagamento degli stipendi da parte del Comune di Roma. Quando si dice "essere ridotti in mutande".


Mutamenti climatici
post pubblicato in Diario, il 3 maggio 2008


Dopo la vittoria di Zapatero sembra cambiare il vento. Prima la sconfitta in Italia. Ora la disfatta del Labour Party alle amministrative  in Inghilterra e in Galles. E come successo a Roma la sinistra inglese perde anche il sindaco della capitale. Lo tsunami in UK porta il Labour addirittura al terzo posto con solo il 24 per cento di consensi.

Non è possibile non essere tentati dal fare un parallelo, anche se molto semplificato, con l'Italia. Qui abbiamo scontato l'effetto "governo Prodi" e la voglia di cambiare (ma con il vecchio), là l'effetto Blair e ancora la voglia di cambiare (con la piccola differenza che il partito conservatore è tutt'altra cosa rispetto al PdL). In Italia, fortunatamente, abbiamo limitato i danni grazie a Walter Veltroni che ha dato una nuova immagine del partito. In UK Gordon Brown si è mosso nel solco del continuismo ed ha pagato a caro prezzo il suo appiattimento e la mancanza di carisma.


Aggiungo che ha influito molto in questa inversione di tendenza anche la paura della crisi e della recessione annunciate che gioca quasi sempre a favore delle destre.

La speranza è che i primi timidi segnali di ripresa economica e finanziaria che provengono in questi ultimissimi giorni dagli Stati Uniti e dai mercati non siano un fuoco di paglia e creino un clima diverso e non di emergenza nel nostro paese: i danni che sicuramente provocherà il governo Berlusconi, che inoltre non avrà l'alibi della crisi mondiale, saranno meno catastrofici e l'opposizione potrà fare l'opposizione senza essere costretta, per salvare l'Italia, ad accorrere in soccorso della maggioranza.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. walter veltroni gordon brown

permalink | inviato da diarioelettorale il 3/5/2008 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre        dicembre
calendario
adv