.
Annunci online

in Italia è sempre tempo di elezioni
Dopo Alitalia ora tocca all'Italia
post pubblicato in Diario, il 18 settembre 2008


La cordata tricolore si è sciolta. Colaninno e i capitani coraggiosi tirano un sospiro di sollievo. Berlusconi dopo aver affossato Alitalia ha già iniziato la campagna d'autunno per affossare tutta l'Italia.



Nota alla foto: il Cavaliere ha già risposto visto che la figlia Marina, presidente Fininvest, è entrata a far parte proprio oggi del Consiglio d'amministrazione di Mediobanca.
Lehman Alitalia
post pubblicato in Diario, il 18 settembre 2008


E' quanto mai probabile che oggi salti il salvataggio di Alitalia e AirOne e la CAI ritiri l'offerta. Colpa del no dei sindacati? Niente affatto. Colpa della crisi finanziaria e del crac della Lehman Brothers. Si spiegherebbe così la rigida posizione assunta dalla cordata tricolore e l'ultimatum di Colaninno. Voi direte, che c'azzecca? C'azzecca, c'azzecca. E vi spiego il perchè.

Ruggero Magnoni, uomo d'oro della Lehman in Italia, da due giorni è disoccupato. La Sopaf, azienda del fratello Giorgio, è crollata in borsa. I Magnoni sono stati gli artefici dell'operazione Alitalia e del lancio nella mischia del loro amico Colaninno, il quale, a sua volta, senza l'amico di Lehman si trova spiazzato (leggi senza copertura finanziaria) e sta provando ad uscire dal gioco. Senza dover poi scomodare Rocco Sabelli, l'amministratore delegato della nuova compagnia aerea, che, visto l'insuccesso in borsa della sua Dataservice, avrebbe qualcos'altro di cui occuparsi con urgenza.

E se putacaso i sindacati accettassero l'accordo? Beh allora sarebbero cavoli amari per i nostri capitani coraggiosi perchè nel giro di pochi mesi, fors'anche settimane, avrebbero bisogno di un  cavaliere bianco che corra a salvarli. Ecco cosa ci si guadagna a fare favori a Berlusconi, uomo baciato dalla fortuna ma iettatore senza uguali.

Nota: Oggi vi raccomando questo articolo sulla crisi finanziaria


Mondo del lavoro e candidature
post pubblicato in Diario, il 18 febbraio 2008


 Ho notato anche reazioni pesantemente critiche (e un pò velate di razzismo) per la candidatura nelle liste del PD di Antonio Boccuzzi, l'operaio sopravvissuto al rogo della Thyssen-Krupp. Io invece concordo pienamente con questa scelta. Primo perchè Boccuzzi ha dimostrato di essere un ragazzo intelligente e preparato e non vedo come il fatto di lavorare in un'acciaieria o di essere un sindacalista possa farne un cittadino di serie B privo delle prerogative di cui godono tutti i cittadini, tra cui quella di poter essere eletto come deputato in Parlamento. Secondo perchè la sua candidatura dimostra l'attenzione che il Partito Democratico riserva a temi colpevolmente dimenticati da buona parte della politica come quelli del lavoro, della condizione operaia e della sicurezza nei posti di lavoro. Oltretutto non sarà l'unico candidato operaio eletto nelle liste del Partito Democratico e se è stato citato con enfasi nel discorso di Veltroni alla Fiera di Roma è perchè, comunque e suo malgrado, rappresenta un simbolo, il simbolo di un'Italia che lavora, soffre e muore ogni giorno in silenzio e di cui ci si ricorda solo nel momento delle tragedie. Ben venga la sua candidatura dunque a dare voce a quest'Italia dimenticata. Dall'altra parte non vedo lo scandalo, se non per i nostalgici della lotta di classe, per un giovane imprenditore democratico (Matteo Colaninno) che ha deciso di dare la sua adesione ad un progetto di rinnovamento e cambiamento dell'Italia. Un patto per rilanciare lo sviluppo tra lavoratori e imprenditori presuppone entrambi i contraenti. Infine, come ha detto Veltroni, anche gli imprenditori sono dei lavoratori.
Lotta di classe
post pubblicato in Diario, il 17 febbraio 2008


 Il Partito democratico candida Antonio Boccuzzi, l'operaio sopravvissuto al rogo della Thyssen-Krupp, e l'imprenditore Matteo Colaninno. Per Bertinotti "ce n'è uno di troppo".

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bertinotti colaninno boccuzzi

permalink | inviato da primodis il 17/2/2008 alle 19:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Sfoglia agosto        ottobre
calendario
adv