.
Annunci online

in Italia è sempre tempo di elezioni
Precari del bon ton
post pubblicato in Olimpiadi 2008, il 14 agosto 2008


Preparano i campi da gioco, assistono gli atleti in gara, assecondano le necessità delle federazioni sportive, accolgono il pubblico in tribuna e gli ospiti del villaggio olimpico. Non li ha pagati nessuno, sono volontari che lavorano all'interno della grande macchina delle Olimpiadi 2008. C’è chi dice che siano un esercito anche loro, ma sono armati soltanto di un sorriso. Ritmi frenetici e tensione alle stelle, è dura la vita degli angeli dei Giochi, che consumano le proprie giornate e le energie negli stadi e dietro le quinte dove, nelle pause, improvvisano un letto in cerca di riposo.

Anche il municipio della capitale cinese ha mobilitato altre migliaia di "Volontari della Buona Educazione" che, invece di sventolare il libretto di Mao, tengono in tasca quello del bon ton. Il loro compito è quello di vigilare che tutti i sedici milioni di pechinesi si impegnino a trattar bene gli occidentali, ad essere gentili ed accoglienti con loro, a fare la coda, essere ben presentabili, non girare per strada in mutande e canottiera, non sputare, e così via. Sputare, tra l'altro, è un'abitudine cinese dura a morire: a Pechino le autorità l'hanno vietata, eppure persiste.

Qualcuno qui in Italia, con atteggiamento di superiorità, fa sorrisini di compatimento ma chi ci governa non è da meno quanto ad educazione? Tra dita medie alzate e canottiere, sventolio di mortadelle e sputacchiate in parlamento, non avrebbero anche loro bisogno di qualche lezioncina di bon ton alla pechinese?


Sfoglia luglio        settembre
calendario
adv